Case rurali da certificare in catasto

Catasto
Catasto

 

Fabbricati rurali, domande entro il 30 settembre 2012
Prorogati i termini per la presentazione delle domande di variazione

 

Comunicato dell'Agenzia del Territorio  modalità presentazione domande

Decreto 26 luglio 2012 con allegati A, B e C

 

Circolare n. 2 del 7 agosto 2012
Allegato 1        richiesta requisito ruralità
Allegato 2        richiesta cancellazione ruralità immobili
Allegato 3        allegato tecnico

 

Fabbricati rurali - applicazione web

 

Fabbricati rurali

I fabbricati che rispettano i requisiti della ruralità di cui all’articolo 9 e D.L. 557/1993 dovranno essere iscritti nelle categorie catastali individuate dalla Cassazione ovvero A6 e D10 entro il 30 settembre prossimo. Lo prevede l’articolo 7 D.L. 70/2011 (decreto sviluppo) convertito in legge 12/7/2011 n. 106, che ha accolto, in pratica, la tesi già affermata della Corte di Cassazione con la sentenza a sezioni unite n. 18565 del 21/08/2009.

variazione catastale 30 settembre 2011

Scade il 30 settembre 2011 il termine per la presentazione all'Agenzia del Territorio della domanda di variazione della categoria catastale per l'attribuzione della categoria A/6 alle abitazioni rurali o della categoria D/10 per i fabbricati rurali strumentali. Lo ha stabilito il decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 14 settembre 2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 220 del 21 settembre 2011, recante "Modalità applicative e documentazione necessaria per la presentazione della certificazione per il riconoscimento della ruralità dei fabbricati".

La domanda di variazione può essere effettuata direttamente dal titolare dei diritti reali sui fabbricati o tramite soggetti incaricati, individuati fra i professionisti abilitati alla redazione degli atti di aggiornamento del Catasto terreni ed edilizio urbano, oppure tramite le Associazioni rappresentative degli agricoltori. Sul sito dell'Agenzia del Territorio è, comunque, disponibile un'applicazione informatica che consente la compilazione e l'invio della domanda per ottenere in tempo reale l'assegnazione dell'identificativo numerico, con la possibilità di trasmettere all'Ufficio provinciale dell'Agenzia la documentazione prevista entro i 15 giorni successivi all'inoltro.

Ricordiamo che la richiesta di riconoscimento della ruralità per i fabbricati che soddisfano i requisiti previsti dall'art. 9 del decreto legge n. 557 del 1993 si effettua mediante presentazione di una specifica domanda, redatta in conformità al modello A, da compilarsi preferibilmente attraverso l'apposita applicazione web, allegando le previste autocertificazioni redatte su modelli conformi a quelli del menzionato decreto ministeriale: il modello B per le abitazioni rurali e il modello C per le altre destinazioni strumentali.

La domanda di variazione, e la relativa documentazione, può essere inoltrata secondo le seguenti modalità:

  • consegna diretta all'Ufficio;
  • servizio postale, con raccomandata A/R;
  • via fax;
  • tramite posta elettronica certificata.


È consigliato l'utilizzo dell'applicativo per la compilazione e l'invio della domanda, che consente di ottenere in tempo reale l'assegnazione dell'identificativo numerico, con la possibilità di trasmettere all'Ufficio provinciale dell'Agenzia la documentazione prevista entro i 15 giorni successivi all'inoltro.

Nel caso di trasmissione tramite posta elettronica certificata, il mittente deve inoltrare la documentazione esclusivamente all'indirizzo di posta elettronica certificata di ciascun Ufficio territorialmente competente.

La domanda di variazione è prodotta in duplice originale presso l'Ufficio competente; un originale viene restituito come ricevuta al medesimo soggetto che lo ha presentato. Se la domanda è spedita tramite raccomandata con avviso di ricevimento, mediante fax, ovvero per posta elettronica certificata, fanno fede, ai fini della avvenuta presentazione, rispettivamente, la data di spedizione, la data del rapporto di trasmissione del fax ovvero quella relativa all'attestato di trasmissione elettronica.

News Docfa 4.00.1

Catasto
Catasto

 

rilasciata la nuova versione

 

Nell'ultima versione sono previste due nuove tipologie di documento per le dichiarazioni dei fabbricati rurali:

  1. Dichiarazione presentata ai sensi del DM 26/7/2012
  2. Dichiarazione presentata ai sensi dell’art. 13, comma 14-ter, del DL 201/2011

La tipologia di documento 1 è utilizzata per le dichiarazioni di fabbricati di nuova costruzione od oggetto di interventi edilizi, per i quali sussistono i requisiti di ruralità

La tipologia di documento 2 è utilizzata per le dichiarazioni al Catasto Edilizio Urbano di fabbricati rurali già censiti al Catasto Terreni, purché costituenti unità immobiliari ovvero immobili o loro porzioni che, nello stato in cui si trovano, sono di per se stessi utili ed atti a produrre un reddito proprio, ai sensi dell’art. 13, comma 14-ter, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 (IMU).

 

14-ter. I fabbricati rurali iscritti nel catasto dei terreni, con esclusione di quelli che non costituiscono oggetto di inventariazione ai sensi dell'articolo 3, comma 3, del decreto del Ministro delle finanze 2 gennaio 1998, n. 28, devono   essere dichiarati al catasto edilizio urbano entro il 30 novembre 2012, con le modalita' stabilite dal decreto del Ministro delle finanze 19 aprile 1994, n. 701.

 

Theme: archibonarrigo © 2014

 

Corso Vittorio Emanuele ≈ 20152 ≈ Milano ≈ Italy 

Architectural Design Studios
designer pasquale bonarrigo

enelgreenpower

antiche tecnologie

 

Informazioni legali

I diritti sono riservati come da legge sul Diritto d'Autore n. 518/92 e s.m.i.


I visitatori del sito potranno usufruire dei dati, delle notizie, delle informazioni, degli articoli, delle immagini esclusivamente per uso personale, senza possibilita' di farne alcun uso commerciale.

 

The Architect City
. . Architect

EXPO 2015

Un grande evento sui temi dello sviluppo sostenibile.

Expo 2015

L'area collocata in prossimità del nuovo Polo fieristico di Rho-Pero – è motivata, oltre che da questa importante presenza, anche dalle dimensioni adeguate allo svolgimento della manifestazione, nonché dalla particolare dotazione di infrastrutture di collegamento, necessarie per questo tipo di evento.

Architectural Design Studios

Lo studio si occupa della gestione del progetto in maniera integrale, seguendone tutto l’iter progettuale, dagli studi preliminari fino alla cantierizzazione dell’opera e alla direzione lavori. È pertanto in grado di offrire prestazioni di progettazione a vari livelli: studi di fattibilità, progettazione preliminare, definitiva, esecutiva ed impiantistica.

Realizzazioni Architettoniche

Studio D'ArCh srl

 

fa parte di una rete di professionisti che condividono collegamenti, idee e opportunità di lavoro.

 - - - - - -

Your Profile Badge