Catasto
Catasto

Tipologia 14b - Esempio 1   (nuova)

Tipologia 14b

TIPOLOGIA 14b - Tipo Mappale per nuovo fabbricato "senza" scorporo di corte

Proposta di Aggiornamento
Proposta di Aggiornamento
Compilazione di modello censuario
Compilazione di modello censuario

 

 

Introduzione della nuova tipologia 14b

 

L’atto di aggiornamento è un tipo mappale per l’inserimento di un nuovo fabbricato 

in una particella censita al Catasto Terreni, senza scorporo di corte.

 

 

 

Nota esplicativa 30707/2009
Nota esplicativa 30707/2009

Circolare n.30707 del 3/6/2009

Oggetto: Deposito atti di aggiornamento cartografico in Comune

Pervengono alla scrivente quesiti in merito alla presentazione in catasto degli atti di aggiornamento cartografico con specifico riferimento alle fattispecie connesse al deposito presso i Comuni, in ottemperanza alle disposizioni dettate dall'articolo 30, commi 5 e 10, del testo unico dell'edilizia approvato con decreto del Presidente della Repubblica 6.6.2001, n.380.
Al riguardo la scrivente ritiene di aver dato già in precedenza ogni utile indicazione necessaria.Nel merito della richiesta avanzata, si richiamano i contenuti delle seguenti comunicazioni:

  • circolare n. 5, prot. n.3/786 del 18.3.1985;
  • circolare n. 7, prot. n.3/2925 del 27.7.1992;
  • nota prot. n. 68702 del 4.9.2003;
  • nota prot. n. 65090 del 18.9.2008.

Pur tuttavia, si ritiene utile fornire ulteriori indicazioni di chiarimento in merito alla questione, allegando alla presente uno schema sintetico riportanti le più frequenti casistiche.

Nell'ipotesi individuata come "A", la parte obbligata inserisce in mappa, con il documento di aggiornamento cartografico, il fabbricato individuato con l'identificativo 100b e la relativa corte graffata. Con lo stesso documento, sono individuate due ulteriori particelle (100c e 100a), ne consegue che per il tipo in argomento è previsto il deposito presso il Comune e la corresponsione dei tributi dovuti per la presentazione contestuale del tipo mappale e del tipo di frazionamento.

Con riferimento all'ipotesi individuata con la lettera "B", necessariamente, il tipo mappale va depositato presso l'Ente locale, in quanto si individuano un fabbricato ed una corte con l'identificativo 100b, unitamente all'area contrassegnata con l'identificativo 100a che continua ad essere ordinariamente censita nell'ambito delle particelle di catasto terreni.
Per tale fattispecie non sono dovuti i tributi speciali connessi all'approvazione dei tipo di frazionamento, in quanto viene individuata una area residuale, mediante stralcio da particella di maggiore dimensioni.Fa eccezione il caso in cui al tipo mappale il professionista voglia fare assumere la valenza di un tipo frazionamento ordinario; infatti in tale ultima circostanza sono dovuti anche i tributi per tale adempimento.

Infine, per la fattispecie individuata al caso "C", i tributi speciali per l'approvazione del tipo di frazionamento non sono dovuti, in quanto trattasi in modo evidente di tipo mappale e non è fatto obbligo del deposito presso il Comune.
Si ritiene utile rammentare che la previsione dell'equiparazione del tipo mappale al tipo di frazionamento ai fini del deposito, per le fattispecie individuate alle lettere "A" e "B", risulta specificatamente prevista dall'art. 1 , comma 5, del  decreto del Ministro delle Finanze 19 aprile 1994, n. 701, che testualmente si riporta: " Le modalità di presentazione e trattazione dei tipi mappali vengono uniformate a quelle previste per i tipi di frazionamento, qualora detti tipi comportino costituzione di corti urbane, previo stralcio da particelle di maggiori dimensioni".

Gli Uffici Provinciali sono pregati di verificare che la prassi adottata sia conforme alle disposizioni sopra impartite, e le Direzioni regionali a controllarne l'esatto adempimento.

» Scarica l'allegato 1
Circolare n. 30707 del 3/6/2009
allegato 1.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.5 KB
» Scarica l'allegato 2
Allegato alla nota prot. n. 30707 del 3/6/2009
allegato 2.pdf
Documento Adobe Acrobat 13.7 KB
designer pasquale bonarrigo
designer pasquale bonarrigo
House3
House7
House6
House4
House2
House5
House9
House10
House8
House1
Architectural Design Studios
designer pasquale bonarrigo

enelgreenpower

antiche tecnologie

 

Informazioni legali

I diritti sono riservati come da legge sul Diritto d'Autore n. 518/92 e s.m.i.


I visitatori del sito potranno usufruire dei dati, delle notizie, delle informazioni, degli articoli, delle immagini esclusivamente per uso personale, senza possibilita' di farne alcun uso commerciale.

 

The Architect City
. . Architect

EXPO 2015

Un grande evento sui temi dello sviluppo sostenibile.

Expo 2015

L'area collocata in prossimità del nuovo Polo fieristico di Rho-Pero – è motivata, oltre che da questa importante presenza, anche dalle dimensioni adeguate allo svolgimento della manifestazione, nonché dalla particolare dotazione di infrastrutture di collegamento, necessarie per questo tipo di evento.

Architectural Design Studios

Lo studio si occupa della gestione del progetto in maniera integrale, seguendone tutto l’iter progettuale, dagli studi preliminari fino alla cantierizzazione dell’opera e alla direzione lavori. È pertanto in grado di offrire prestazioni di progettazione a vari livelli: studi di fattibilità, progettazione preliminare, definitiva, esecutiva ed impiantistica.

Realizzazioni Architettoniche

Studio D'ArCh srl

 

fa parte di una rete di professionisti che condividono collegamenti, idee e opportunità di lavoro.

 - - - - - -

Your Profile Badge